DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE/ IPERATTIVITA'

(appunti molto schematici usati a lezione assolutamente necessaria una integrazione)

 

(Iperattività; Disfunzione cerebrale minima; Reazione Ipercinetica)

1) DEFICIT ATTENZIONE

2) IMPULSIVITA'

3) IPERATTIVITA'

molti bambini sono

TURBOLENTI

IPERATTIVI

DISTRAIBILI

La diagnosi di ADD-H è riservata a

CASI ESTREMI E PERSISTENTI

NON DOVUTI A RITARDO MENTALE

O DISTURBI NEUROLOGICI

(>2 deviaz. standard)

 

INCIDENZA

3-5 % IN ETA' SCOLARE

4 VOLTE PIU' MASCHI

Compare <7aa

dura >6mesi

> epilessia

Spesso inizia in prima infanzia

            >coliche addominali

            lieve ritardo tappe evolutive

            alcuni molto passivi

>PRIMOGENITI MASCHI

>>SE GENITORI IPERATTIVI

                                                                                    

 

 

DEFICIT ATTENZIONE

1) Breve tempo di attenzione

2) Distraibilità

 

 

ALCUNE VARIABILI CHE INFLUENZANO ATTENZIONE

1) Novità

2) Richiesta esplicita di attenzione

3) Autocontrollo dei tempi

4) Feedback immediato

5) Tipo di feedback usato

6) Stimolazione intrinseca compito

 

 

IMPULSIVITA'

1) Non considera alternative

2) Non considera conseguenze

3) Non tollera ritardi gratificazione

4) Incapace di ritardare risposta

5) Scarso autocontrollo

6) Non considera variabili ambientali

7) Comportamento risponde più a contingenze che a regole

8) Comportamento non pianificato

9) sorpreso da collera o rifiuto di altri

 

 

 

 

 

 

 

 

IPERATTIVITA'

1)>> della media

2) mancano abilità sociali

3) non seguono richieste

4) sensibili a ricompense

5) molto loquaci

6) ricercano attenzione

7) facilmente frustrati

8) difficoltà rapporti coetanei

9) giocano con piccoli

10) immaturi

11) difficoltà rapporti adulti

 

 

 

IN CLASSE

1) mancano di attenzione

2) non fanno compiti

3) poca cura nei compiti

4) non stanno seduti

5) sbalzi d' umore

6) difficoltà nel seguire regole

7) rompono oggetti

8) resa sotto livello intellettivo

9) 58-80% difficoltà di apprendimento

10) insegnanti di sostegno

11) rifiutati da compagni

12)  rispondono al posto di altri

 

 

 

 

ADULTI IPERATTIVI

Diminuisce la iperattività motoria

Continuano  le difficoltà di attenzione e la impulsività

> incidenti auto e sul lavoro

> disturbi psichiatrici

> delinquenza

> alcoolismo

La prognosi non cambia  nei soggetti trattati con farmaci

Prognosi peggiore in soggetti con difficoltà giudizio e aggressività

 

CAUSE  IPERATTIVITA'

Predisposizione ereditaria 20% di probabilità se 1genitore era iperattivo

Basso tasso di dopamina (causa o conseguenza?)

Intolleranza ai salicilati e addittivi (dieta Feingold)

Saturnismo

Danni prenatali e perinatali

EEG alterati, ritardo sviluppo, goffi nei movimenti

            >epilessia

Lateralità confusa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DIAGNOSI

Non solo clinica, anche test

            valutazione comportamento

            metodi di osservazione

            test per abilità specifiche

Non solo analisi comportamento scolastico

Durante visita 80% si comporta normalmente

Attenzione può essere prolungata su videogiochi o TV

 

 

 

DIAGNOSI DIFFERENZIALE

1) DISTURBI ANSIOSI

            Disturbo iperansioso

            Disturbo di ansia da separazione

2) DISTURBI DI ADATTAMENTO

3) DISTURBI COMPORTAMENTO

            disturbo condotta (violazione diritti altrui e norme)

            disturbo oppositivo

            disturbo antisociale infantile (isolamento

4) SINDROME DI G. DE LA TOURETTE

5) ALTRI

            problemi genitori figli (child abuse)

            circostanze familiari (gelosia fratello, traslochi ecc)

 

TERAPIA IPERATTIVITA'

STIMOLANTI

            Metilfenidato (Ritalin); Amfetamine; Pemolina (Deadyn)

            80% risposte positive

            Necessità dose individualizzata

            Alte dosi migliorano irrequietezza ma peggiorano rendimento scolastico

NON EFFICACI MEGAVITAMINE, ZUCCHERO,  DIETE

 

TERAPIA COMPORTAMENTALE

Controllo contingenze

            Token economy

            Feedback immediati

            Misurazione comportamenti rilevanti

            Costo risposta

La terapia funziona ma a casa scarso controllo su compliance genitori/ ritardo del rinforzo lo rende poco efficace/ il premio può avere effetto distraente

 

TERAPIA COGNITIVA

1) AUTOISTRUZIONE (Meichenbaum)

2) COGNITIVE TRAINING PROGRAMS

Il terapeuta mostra strategie corrette di pianificazione e di risoluzione dei problemi e di correzione degli errori

Si istruisce il ragazzo a dirsele a voce alta e poi nella mente, le mette in atto e gli viene dato feedback  o rinforzo

Programma di self mangement, gli si chiede di valutare la sua performance e di darsi lodi overt o covert.

Le difficoltà si trovano nella generalizzazione, non vengono messe in atto senza controllo, efficacia ancora non dimostrata      

FARMACI PIU' ECONOMICI, SEMPLICI DA USARE, EFFICIENTI, MA HANNO SCARSO CONTENUTO PEDAGOGICO CHE INVECE E' INTRINSECO ALLE TERAPIE COMPORTAMENTALI.

La terapia farmacologica non è efficace se lla diagnosi è sbagliata

 

Spesso le ricerche sia sulla terapia farmacologica che psicoterapica si sono n concentrate su comportamenti molecolari, non stupisce che l' impatto su rendimento globale sia scarso